Lettera del direttore dei Comboni Samaritans of Gulu

Cari sostenitori di Good Samaritan,

qui in Uganda é ancora in atto il lockdown. Considerata la situazione siamo in grado di dare risposte soltanto ai bisogni urgenti di alcuni dei nostri beneficiari che si trovano in situazioni davvero critiche: bambini capo famiglia, orfani, donne single e malate. Il blocco sta delineando un contesto completamente nuovo e l’impatto sulla vita della popolazione si manifesta su più livelli contemporaneamente: difficoltà di accesso al cibo, servizi sanitari inadeguati e difficoltà di raggiungere le strutture sanitarie per malattie e sintomi non legati al Covid-19. L’organizzazione Comboni Samaritans of Gulu é membro della task force istituita a livello distrettuale. É durante i meeting settimanali con gli altri stakeholders della comunità che vengono discussi i bisogni e i problemi della popolazione in sofferenza per il blocco. É tramite questo lavoro di networking che riusciamo ad ottenere i permessi per spostarci in auto per monitorare e sostenere i beneficiari. Le risorse sono però limitate rispetto alle richieste di aiuto.

Il nostro appello é di fare una donazione per permetterci di acquistare e distribuire cibo in modo che un maggior numero di persone possano superare con dignità questo momento davvero difficile.

Il direttore dei Comboni Samaritans of Gulu, Masimo Opiyo.

Leggi anche